Questo sito contribuisce alla audience di

Arwad

(accadico Arwada; fenicio 'rwd; greco Árados), città fenicia posta su un'isola di fronte alla costa siriana. Già nel sec. XIV a. C. commerciava con l'Egitto; resistette alla pressione assira (sec. XI-VII) rimanendo autonoma (ma tributaria). Gli Achemenidi nel sec. V la dotarono di fortificazioni imponenti e le assegnarono ampi territori in Siria. Sotto i Seleucidi era città libera; distrutta dagli Arabi, è oggi un villaggio di pescatori (Ruad). § L'esplorazione archeologica fu iniziata da E. Renan nel 1860 ed è stata ripresa negli ultimi decenni. È dubbia l'attribuzione all'età fenicia di resti di fortificazioni di tipo ciclopico; da Arwad provengono tre importanti frammenti di rilievi in pietra del sec. VII a. C. con grifoni e una sfinge. Di età ellenistica sono invece tombe, ninnoli e monete.

Media


Non sono presenti media correlati