Questo sito contribuisce alla audience di

Arwidsson, Adolph Ivan

storico, letterato e patriota finnico (Padasjoki 1791-Viipuri 1858). Libero docente di storia e giornalista, Arwidsson fece parte di quel gruppo di intellettuali finlandesi (“il gruppo romantico di Åbo”) che sosteneva l'adozione del finlandese come lingua nazionale. Le idee patriottiche diffuse dal suo giornale Åbo Morgonblad lo misero in difficoltà con la polizia zarista. Arwidsson, nel 1823, si rifugiò a Stoccolma, dove fu nominato bibliotecario regio.

Media


Non sono presenti media correlati