Questo sito contribuisce alla audience di

Baffi, Pàolo

economista italiano (Broni 1911-Roma 1989). Dopo aver conseguito la laurea all'Università Bocconi nel 1932, iniziò, presso la stessa Università, la propria carriera in qualità di assistente di statistica. Nel 1936 entrò all'Ufficio Studi della Banca d'Italia. Successivamente diresse l'Ufficio Studi fino al 1959 e ricoprì l'incarico di consigliere economico della Banca d'Italia e della Banca dei Regolamenti Internazionali dal 1956 al 1960. Nel biennio 1959-60 fu professore di economia internazionale alla Cornell University di Ithaca (New York). Nel 1960 venne nominato direttore generale della Banca d'Italia, mentre era governatore Guido Carli. Alle dimissioni di Carli, nel 1975, Baffi gli successe nella carica che ricoprì fino al 1979, dopo di che fu nominato governatore onorario. Nel 1982 fu designato consigliere economico dell'allora presidente del Consiglio Spadolini. È stato presidente della Società italiana degli economisti e dell'Istituto Luigi Einaudi per studi bancari, monetari e finanziari, e membro dei consigli d'amministrazione della Banca dei Regolamenti Internazionali e dell'Università Bocconi. Cavaliere del Lavoro e Commendatore dell'Ordine Nazionale della Legion d'Onore, ha scritto saggi di politica monetaria: Studi sulla moneta (1965) e Nuovi studi sulla moneta (1973).

Media


Non sono presenti media correlati