Questo sito contribuisce alla audience di

Baia di Baly, Parco nazionale della-

(Parc National Baie de Baly) parco nazionale situato sulla costa nord-occidentale del Madagascar, nella regione di Boeny, circa 150 km a sud di Mahajanga. La riserva è attraversata da molti corsi d'acqua stagionali, da due fiumi permanenti, l'Andranomavo e il Kapiloza, e da parecchi laghi, il maggiore di quali è il lago Sariaka. La vegetazione più caratteristica dell'area è rappresentata dalla macchia di bambù, una formazione costituita da un mosaico di arbusti di altezza inferiore ai 2 m, boschetti di bambù, aree di savana e aree rocciose prive di vegetazione. La parte più meridionale della baia di Baly è ricoperta da una fitta mangrovia, dominata da Avicennia e Rhizophora. La baia di Baly è l'unico habitat naturale della rarissima testuggine dal vomere (Astrochelys yniphora), una testuggine in pericolo di estinzione, di cui si stima la sopravvivenza in natura di poche centinaia di esemplari. Tra i mammiferi presenti nel parco vi sono ben 7 diverse specie di lemuri: il sifaka di Decken, l'apalemure occidentale, il lepilemure di Ahmanson, il lemure dalla fronte rossa, l'aye-aye, il chirogaleo medio e il microcebo murino. Altri mammiferi presenti sono il fossa, il fanalouk, il tenrec comune e il tenrec riccio maggiore. Molto nutrito il contingente dei chirotteri. Nel parco sono state censite ben 118 specie di uccelli di cui 35 endemiche del Madagascar. In particolare va citata la presenza dell'aquila pescatrice del Madagascar che nidifica nei pressi del lago Sariaka, e di numerosi altri uccelli acquatici tra cui la spatola africana, il tantalo beccogiallo, l'airone cenerino, l'airone di Humblot e l'ibis sacro del Madagascar.

Media


Non sono presenti media correlati