Questo sito contribuisce alla audience di

Balbino, Dècimo Cèlio Calvino

imperatore romano (178-238). Di famiglia patrizia, percorse una brillante carriera politica ottenendo più volte il consolato e governando diverse province dell'impero. Nel 238, dopo essere stato uno dei venti senatori preposti all'amministrazione dell'impero, fu creato imperatore dal Senato assieme a Pupieno. I dissensi tra i due imperatori non tardarono a manifestarsi e si acuirono dopo la vittoria riportata da Pupieno su Massimino, mentre Balbino era rimasto a Roma per attendere al governo degli affari civili. Il loro regno durò soltanto 99 giorni poiché mentre essi badavano a contendersi il potere i pretoriani si ribellarono e li assassinarono. § La sua immagine ci è stata tramandata, oltre che da monete e pietre incise, da alcuni ritratti a tutto tondo, caratterizzati da un forte ed essenziale realismo, come nel bronzo della Biblioteca Vaticana (Roma) o nel busto del sarcofago di Roma (Museo delle catacombe di Pretestato).

Media


Non sono presenti media correlati