Questo sito contribuisce alla audience di

Baldinòtti, Césare

filosofo italiano (Firenze 1747-Pavia 1821). Benedettino olivetano, criticò nel De metaphysica generali liber unicus (1817) l'apriorismo categoriale di Kant come fautore di scetticismo; fu invece proclive, sotto l'influenza del Locke e del Condillac, al sensismo.

Media


Non sono presenti media correlati