Questo sito contribuisce alla audience di

Balestrièri, Lionèllo

pittore e incisore italiano (Cetona, Siena, 1872-1958). Dopo aver studiato all'Accademia di Belle Arti di Roma e in quella di Napoli con Domenico Morelli, si trasferì a Parigi (1893). Qui illustrò giornali e romanzi ed espose ai Salons (1897, 1898 e 1900) conquistando notorietà soprattutto con il suo Beethoven (1899; Trieste, Museo Civico Revoltella), che vinse la medaglia d'oro. Tornato in Italia nel 1914, è stato direttore del Museo artistico industriale di Napoli.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti