Questo sito contribuisce alla audience di

Baravalle, Carlo

letterato italiano (Como 1826-1900). Iscrittosi alla facoltà di giurisprudenza all'Università di Padova, fu escluso dalle università dell'Impero austro-ungarico dopo la sua partecipazione, nel 1848, ai moti studenteschi. È noto per le sue Satire, pubblicate sul Pungolo e su altri periodici milanesi con lo pseudonimo di Anastasio Buonsenso: domina in esse un'ispirazione moralistica che risale alla lezione del Parini. L'intento educativo prevale nelle opere successive, tra cui Fioretti educativi di un vecchio maestro (1891).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti