Questo sito contribuisce alla audience di

Barbanìa

comune in provincia di Torino (32 km), 362 m s.m., 12,80 km², 1479 ab. (barbaniesi), patrono: san Giuliano Martire (ultima domenica di agosto).

Centro del Canaveseoccidentale, nella zona delle Vaude, posto su un declivio fra i torrenti Fandaglia e Malone. Fu feudo del conte Emerico intorno al Mille e passò nel 1164 ai conti del Canavese, di cui seguì le sorti.Del castello medievale rimane una torre quadrata; nella parrocchiale di San Giuliano Martire è custodita una piccola statua lignea policroma d'arte romanica (Madonna col Bambino).§ L'economia, accanto all'agricoltura (cereali, uva e patate), vede un certo sviluppo dell'artigianato e dell'industria meccanica e dell'abbigliamento. Importante il turismo, estivo e autunnale.

Media


Non sono presenti media correlati