Questo sito contribuisce alla audience di

Barce

cittadina (25.200 ab.) della Libianordorientale, 80 km a WSW di El Beida, su un ripiano dell'altopiano cirenaico, a 282 m in un'ampia conca prativa (donde il nome arabo el merg, che significa “la prateria”). Situata sulla strada litoranea della Libia, Barce è il principale mercato agricolo (cereali, olive) della zona circostante, sede anche di industrie alimentari. La città fu semidistrutta da un terremoto nel febbraio 1963. Anche Barca; in arabo, El Marj. § Fondata nella seconda metà del sec. VI a. C. dai fratelli di Arcesilao II di Cirene, cadde, durante l'occupazione dell'Egitto (525), sotto l'influenza persiana. Riacquistata l'indipendenza, si costituì in repubblica verso la metà del sec. V e si sviluppò notevolmente. Nel 331 si sottomise ad Alessandro, passò poi sotto il dominio dei Tolomei e infine, ormai decaduta, sotto il dominio romano. Passata poi agli Arabi, fu nuovamente un centro importante per scomparire però completamente dopo il sec. XII e risorgere solo in epoca moderna intorno a un castello costruito dai Turchi nel 1840. Occupata dagli Italiani nel 1913, seguì poi le sorti della Cirenaica.

Media


Non sono presenti media correlati