Questo sito contribuisce alla audience di

Bellincióni, Gèmma

soprano italiana (Monza 1864-Roccabelvedere, Napoli, 1950). Esordì nel 1879 ed ebbe il primo grande successo con La Traviata nel 1884. Il suo gusto per un'interpretazione drammatica, realisticamente partecipe, fece di lei un'interprete ideale del melodramma verista. Fu la prima Santuzza in Cavalleria rusticana (1890) ed eccelse, affrontando un vasto repertorio, in Tosca, Zazà, Sapho, Salomè e Fedora. Ritiratasi nel 1911, si dedicò all'insegnamento, fondò una casa cinematografica e fu anche attrice. Sposò il tenore Roberto Stagno e da lui ebbe Bianca (Budapest 1888-Milano 1980), anch'ella soprano lirico.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti