Questo sito contribuisce alla audience di

Belmóndo, Stefània

sciatrice italiana (Pontebernardo di Pietraporzio 1969). Specialista del fondo, ha colto i primi successi della carriera ai Mondiali del 1991 (argento nella staffetta e bronzo nei 15 km a tecnica classica). Alle Olimpiadi del 1992 si è aggiudicata la prima medaglia d'oro (30 km, tecnica libera), oltre a una d'argento (10 km a inseguimento) e una di bronzo (staffetta). L'anno seguente ha conquistato due ori (10 km a inseguimento e 30 km a tecnica libera) e un argento (staffetta) ai Mondiali. Di due bronzi (10 km a inseguimento e staffetta), invece, il suo bottino alle Olimpiadi del 1994. Dopo un periodo di appannamento, dovuto a problemi fisici, è tornata alla ribalta ai Mondiali del 1997, raccogliendo ben quattro medaglie d'argento (15 km a tecnica libera, combinata di 10 km a tecnica libera, 5 e 30 km a tecnica classica). Alle Olimpiadi di Nagano dell'anno successivo ha vinto un argento (30 km, tecnica libera) e un bronzo (staffetta). Poi, due ori (15 km a tecnica libera, 10 km a inseguimento) e un argento (staffetta) ai Mondiali 1999, un bronzo (staffetta) a quelli del 2001. Alle Olimpiadi del 2002 la Belmondo ha arricchito ulteriormente i propri straordinari allori con la medaglia d'oro nella 15 km in linea (tecnica libera) e quella d'argento nella 30 km (tecnica classica). Ha inoltre vinto 23 prove di Coppa del Mondo e 34 titoli italiani. Nel maggio 2002 ha annunciato il proprio ritiro..

Media


Non sono presenti media correlati