Questo sito contribuisce alla audience di

Bengtsson, Frans Gunnar

narratore e poeta svedese (Fossjö 1894-Oslo 1954). La sua opera più famosa è il romanzo Serpente rosso (1941-45), ambientato nell'epoca vichinga. Tra le sue raccolte di poesie, di vena neoromantica e parnassiana, spiccano Colpo di dadi (1923) e La leggenda di Babele (1925). Bengtsson ha anche pubblicato raccolte di saggi storico-psicologici, tra le quali ricordiamo I Merovingi dai capelli lunghi (1933).

Media


Non sono presenti media correlati