Questo sito contribuisce alla audience di

Bergantino

comune in provincia di Rovigo (55 km), 15 m s.m., 18,18 km², 2627 ab. (bergantinesi), patrono: san Giorgio (24 aprile).

Centro dell'Alto Polesine, situato sulla sinistra del Po. È la romana Bragantium, possesso dell'abbazia di Nonantola e in parte ceduta al monastero di San Salvatore di Pavia nel sec. XI. Nel sec. XII passò ai vescovi di Ferrara, che lo fortificarono contro Mantova e Ostiglia, quindi a Rizzardo Sambonifacio (1222) e di nuovo ai vescovi di Ferrara (1240). Conteso a lungo tra Verona e Ferrara, si assoggettò a Venezia nel 1482 e divenne feudo dei Romei (1458-1753). § Da segnalare sono il secentesco palazzo Strozzi; la chiesa arcipretale di San Giorgio (sec. XVI ma in seguito ricostruita), che custodisce una Madonna di Giuseppe Maria Crespi (1665-1747); il quattrocentesco castello Diani, già della famiglia Romei. § Il paese è conosciuto per l'attività di costruzione di giostre e giochi per luna-park. Altre attività industriali sono dei settori tessile, del legno e dei laterizi. L'agricoltura è specializzata nella coltura del frumento, della barbabietola da zucchero e dei foraggi; si pratica l'allevamento bovino e si produce miele.

Media


Non sono presenti media correlati