Questo sito contribuisce alla audience di

Bertini, Giovanni Marìa

filosofo e pedagogista (Pancalieri 1818-Torino 1876), Professore di storia della filosofia all'Università di Torino, si interessò particolarmente ai problemi della scuola secondaria, svolgendo un ruolo attivo nelle riforme scolastiche del Risorgimento. Per Bertini la scuola doveva fornire una educazione etico-religiosa fondata sull'insegnamento cristiano. La Chiesa non doveva però ingerire nelle questioni scolastiche, restando separata dallo Stato e dalle sue istituzioni. Nell'ambito del suo pensiero pedagogico restava ferma la convinzione che, dopo la scuola primaria, doveva essere introdotto un corso di studi comune a tutti i ragazzi, che rinviasse la scelta – altrimenti prematura – della specializzazione successiva. Opera di spicco della sua vasta produzione è Idea di una filosofia della vita (1850), ispirata al pensiero di Jacobi. Tra le altre sue pubblicazioni sono da ricordare Della gratuita educazione del popolo (1848) e Della istruzione pubblica in Piemonte (1857).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti