Questo sito contribuisce alla audience di

Binnig, Gerd Karl

fisico tedesco (Francoforte sul Meno 1947). Ha conseguito nel 1978 il dottorato di ricerca presso l'Università W. Goethe di Francoforte, con un lavoro di fisica sperimentale sulla superconduttività e nello stesso anno è entrato nei laboratori di ricerca di Zurigo della IBM. Ha diviso il premio Nobel per la fisica 1986 con E. Ruska e H. Rohrer per aver ideato (nel 1982, nei laboratori di Zurigo) insieme con qust'ultimo, un nuovo tipo di microscopio elettronico basato sull'effetto tunnel. Come il microscopio elettronico, inventato nel 1932 da E. Ruska, anche lo strumento di Binnig e Rohrer si basa sulla natura ondulatoria degli elettroni e, in particolare, sfrutta la debole corrente elettrica che si produce quando alcuni elettroni sfuggono per effetto tunnel dalla superficie del materiale in osservazione. La corrente che così si sviluppa viene rivelata da una sottilissima punta di scansione che passa a piccolissima distanza dall'oggetto in esame permettendo in questo modo di costruire una specie di mappa della superficie, atomo per atomo.

Media


Non sono presenti media correlati