Questo sito contribuisce alla audience di

Blanco, Andrés Eloy

uomo politico e poeta venezuelano (Cumaná 1897-Città di Messico 1955). Si oppose alla dittatura di Juan Vicente Gómez, che lo fece imprigionare (1928-34). Durante la presidenza di Rómulo Gallegos fu ministro degli Esteri. Autore raffinato e fantasioso, è uno dei migliori rappresentanti del trapasso dal modernismo alle poetiche d'avanguardia. Fra le sue opere si ricordano: Tierras que me oyeron (1921) e Giraluna (1955).

Media


Non sono presenti media correlati