Questo sito contribuisce alla audience di

Bořita, Jaroslav da Martinice

nobile ceco (1582-1649). Filoasburgico e vicegovernatore di Boemia, di orientamento cattolico, con il suo rigido comportamento contro i protestanti provocò la defenestrazione praghese (23 maggio 1618): con il suo collega Slavata fu buttato dalle finestre del castello di Praga. Scampato alla morte, fuggì e ritornò solo dopo la battaglia della Montagna Bianca (1620). Dal 1638 fu il supremo burgravio del regno; morì per le ferite riportate nella difesa di Praga contro gli Svedesi nel 1648.

Media


Non sono presenti media correlati