Questo sito contribuisce alla audience di

Bonellia

genere di Echiuroidei noto per un pronunciato dimorfismo sessuale. Gli individui di sesso femminile posseggono un corpo subcilindrico, lungo alcuni centimetri, da cui si diparte, anteriormente, una “proboscide” assai sviluppata (sino a un metro di lunghezza), mobilissima, che si biforca all'estremità; i maschi, lunghi pochi millimetri, penetrano nel corpo della femmina, raggiungono l'utero e li si fissano trasformandosi in adulti. Le forme larvali di Bonellia sono, in partenza, sessualmente indifferenziate. Di esse, quelle che si fissano sul fondo divengono femmine subendo una complessa metamorfosi e raggiungendo la maturità sessuale dopo due anni; al contrario, quelle che vengono a contatto con una femmina evolvono come maschi e diventano attivi nel giro di poche decine di giorni. La specie più nota è Bonellia viridis, che si rinviene nelle acque litorali del Mediterraneo.

Media

Bonellia fuliginosa