Questo sito contribuisce alla audience di

Còssa, Alfònso

chimico italiano (Milano 1833-Torino 1902). Si interessò particolarmente di chimica agraria, per il cui insegnamento fondò in Italia vari istituti e stazioni sperimentali. Si occupò anche di petrografia; studiò le basi ammoniacali del platino, tra cui la platosemiammina, che viene ricordata come base di Cossa. Scrisse Ricerche chimiche e microscopiche su rocce e minerali d'Italia (1881); tradusse alcuni scritti di J. Liebig e la Chimica tecnologica di J. R. Wagner. Dal 1877 fu socio dell'Accademia Nazionale dei Lincei.

Collegamenti