Questo sito contribuisce alla audience di

Calvino, Salvatóre

patriota italiano (Trapani 1820-Roma 1883). Fu tra i promotori del moto palermitano del 12 gennaio 1848; partecipò alla spedizione in Calabria del generale Ribotti e fu per questo imprigionato dai borbonici nel forte di S. Elmo (luglio 1848-dicembre 1849). Rifugiatosi a Genova e poi a La Spezia, favorì la spedizione del Pisacane (1857), combatté nella II guerra d'Indipendenza (1859) e fu con i Mille in Sicilia. Deputato di Monreale (1861), nel 1862 fu per breve tempo arrestato perché coinvolto nei fatti di Aspromonte. Ancora in armi con Garibaldi durante la III guerra d'Indipendenza (1866), fu poi nominato provveditore agli studi (1871) e consigliere di Stato (1879).