Questo sito contribuisce alla audience di

Camino

comune in provincia di Alessandria (46 km), 252 m s.m.,18,45 km², 734 ab. (caminesi), patrono: san Lorenzo (10 agosto).

Centro del Basso Monferrato, situato su una dorsale collinare alla destra del Po. Nel Medioevo fu possesso dei vescovi di Asti; passò poi ai marchesi del Monferrato i quali nel sec. XIV lo infeudarono agli Scarampi di Villanova, che lo conservarono anche sotto i Gonzaga e i Savoia, successivi signori del Monferrato. § L'imponente castello medievale con torri e merlature, tra i più pittoreschi e meglio conservati manieri del Monferrato, sorto nel sec. XI, venne ampliato nel sec. XV dagli Scarampi e restaurato alla fine dell'Ottocento; conserva i ritratti dei feudatari dipinti da Pier Francesco Guala. In località Rocca delle Donne sorge il piccolo convento delle benedettine (sec XII). § L'economia si basa sull'agricoltura, con cereali, ortaggi, frutta, uva e foraggi per l'allevamento bovino, cui si affiancano aziende artigianali di carpenteria e di produzione vinicola.