Questo sito contribuisce alla audience di

Campèrio, Filippo

uomo politico svizzero di origine italiana (Lodi 1810-La Santa, oggi Villasanta, 1882). Attivo in Svizzera durante il Sonderbund (1845-47), si schierò a fianco di J. J. Fazy. Acquistata quindi la cittadinanza elvetica, dal 1847 al 1870 fece parte del Gran Consiglio Federale. Nel 1848 combatté dapprima tra i volontari milanesi e poi nelle file dell'esercito sardo. Tornato a Ginevra ed eletto giudice della Corte di Cassazione, fu chiamato a succedere a P. Rossi alla cattedra di diritto penale e pubblico dell'Accademia di Ginevra. Consigliere di Stato (1853-55), giudice del tribunale federale e capo del Partito indipendente, nelle elezioni del 1870 venne sconfitto. Nel 1872 si ritirò a vita privata in Italia.