Questo sito contribuisce alla audience di

Carèri

comune in provincia di Reggio di Calabria (100 km), 320 m s.m., 38,21 km², 2443 ab. (careroti o careresi), patrono: sant’ Antonio (13 giugno).

Centro situato nella fascia collinare digradante verso la costa ionica; è compreso nel Parco Nazionale dell'Aspromonte. Fondato probabilmente dagli abitanti superstiti della più antica Pandore, distrutta dal terremoto del 1570, fu elevato a baronia nel 1589 e quindi soggetto a varie famiglie di feudatari, fino agli Spinelli di Cariati. Fu devastato dai sismi del 1783 e del 1908 e ancora dalle alluvioni del 1951, in seguito alle quali molti abitanti lasciarono il paese e fondarono la frazione di Natile Nuovo. Nell'abitato vecchio è visibile il castello feudale in rovina. In contrada Stanuso sono i resti di uno stabilimento termale del sec. XV. § All'agricoltura (olive, uva, cereali, agrumi e ortaggi) si affiancano l'allevamento ovino e caprino e qualche modesta attività manifatturiera, presente nei settori edile e alimentare (frantoi, mulini). È rinomato l'artigianato del ricamo. Nel territorio sgorga una sorgente di acqua ferruginosa fredda. § Vi nacque il narratore e saggista Francesco Perri (1885-1974).