Questo sito contribuisce alla audience di

Carofite

sf. pl. [da latino chara, radice selvatica] Divisione (Charophyta) comprendente macroalghe caratterizzate da un notevole sviluppo morfologico e fisiologico, in cui gli individui raggiungono i 30 cm o più di lunghezza con un portamento eretto nelle acque calme e fluttuante in quelle correnti. Gli individui sono composti da un protonema (porzione strisciante) da cui si sviluppa la pianta adulta formata da un tallo eretto, pluricellulare, diviso in segmenti, portante ramificazioni ai nodi, che si ancora ai diversi substrati mediante rizoidi. La crescita dell'asse principale dell'individuo è apicale e illimitata. La riproduzione vegetativa avviene per frammentazione del tallo o per formazione di bulbilli, mentre quella sessuale avviene per gametogamia oogama. Le Carofite sono diffuse per lo più in acque dolci stagnanti, ma possono trovarsi anche nelle acque salmastre (per esempio lagune). Generi principali: Chara, Nitella.