Questo sito contribuisce alla audience di

Carrèga Lìgure

comune in provincia di Alessandria (71 km), 958 m s.m., 55,48 km², 119 ab. (carreghini), patrono: san Giuliano (9 gennaio).

Centro dell'Appennino Ligure, posto sul versante occidentale del monte Carmo. Insediamento antico, come testimoniano reperti archeologici del sec. I, nel Medioevo appartenne all'episcopato di Tortona, dal quale nel 1225 fu concesso in feudo ai signori di Montalto. Passò poi ai Fieschi di Genova, quindi ai Doria. § Dell'antico castello resta una torre rotonda attorniata da un muro circolare di camminamento; la parrocchiale di San Giuliano (sec. XV) ha un campanile con cuspide a cipolla e conserva pregevoli stucchi e un prezioso altare maggiore in marmo. I locali della canonica ospitano il Museo di Cultura Contadina, che raccoglie materiale etnografico della val Borbera. Nei dintorni, a Magioncalda, la chiesetta del sec. XII appartenne all'abbazia di Rivalta Scrivia. § L'agricoltura produce cereali e foraggi per l'allevamento; è praticato lo sfruttamento dei boschi (legname e funghi). È rilevante il turismo estivo ed escursionistico (valle dei Campassi).