Questo sito contribuisce alla audience di

Carraro, Franco

dirigente sportivo e politico italiano (Padova 1939). Laureato in scienze economiche e commerciali e campione di sci nautico (ha vinto numerosi titoli italiani ed europei e la medaglia di bronzo ai Mondiali del 1957), ha avviato la sua carriera dirigenziale presiedendo, dal 1962, la Federazione italiana del suo sport d'origine (dal 1967 al 1973 è stato a capo anche di quella mondiale). Figlio del presidente del Milan, alla morte del padre (1967) ne ha rilevato la carica, legando da quel momento il suo nome soprattutto al mondo del calcio. Lasciato il Milan (1971), è stato presidente del settore tecnico della FIGC (1972-74), della Lega calcio (1973-76), della stessa FIGC (1976-78), di cui nel 1986-87 è stato Commissario straordinario, e del CONI (1978-87). Nel 1987 ha aperto una parentesi politica, durante la quale è stato deputato nelle file del PSI (1987), ministro del Turismo e dello Spettacolo (1987-1991) e sindaco di Roma (1989-1993). Nel 1997, dopo aver avviato una serie di impegni anche in campo imprenditoriale, è tornato alla presidenza della Lega calcio e, nel dicembre 2001, a quella della FIGC. Nel 2000 è divenuto membro del Comitato esecutivo del CIO. Nel 2006 si è dimesso dalla presidenza del FIGC in seguito a uno scandalo.

Media


Non sono presenti media correlati