Questo sito contribuisce alla audience di

Castelnuòvo Nigra

comune in provincia di Torino (49 km), 828 m s.m., 28,60 km², 440 ab. (salesi), patrono: san Sebastiano (20 gennaio).

Centro dell'Alto Canavese, nella valle Sacra, dominato dal monte Calvo. La frazione Villa, di origine preromana, prese il nome di Castelnuovo dopo il sec. XIII, dal castello ricostituitovi da un ramo dei conti di San Martino. Occupato dai francesi nel 1552, durante la guerra tra Francesco I e Carlo V, il castello fu poi ripreso dagli spagnoli. In passato si chiamò Sale Castelnuovo. § Nel paese, sovrastato dalla cappella della Visitazione, si trova la settecentesca chiesa di San Lorenzo. Nella frazione Villa, oltre al castello, è l'interessante chiesa dell'Assunta (1681). § Il settore settentrionale del territorio comunale ha fisionomia alpina, con pascoli e alpeggi sulla catena della Bella Dormente; quello attorno a Villa, invece, è coltivato a frutteti, vigneti e seminativi. Villa è un'importante base per ascensioni alpine. È sviluppato il turismo. § A Villa Castelnuovo, nel castello, nacque il politico Costantino Nigra (1828-1907), il cui cognome fu aggiunto al nome del paese.