Questo sito contribuisce alla audience di

Chênedollé, Charles Lioult de-

poeta francese (Vire, Calvados, 1769-Le Coisel 1833). Emigrato durante la Rivoluzione, venne direttamente a contatto con la letteratura straniera, attraverso Klopstock e più tardi Mme de Staël, allargando i propri orizzonti critici (Essai sur les traductions, 1795). Opere di transizione tra classicismo e romanticismo sono il poema didattico Le génie de l'homme (1807) e la raccolta di versi Études poétiques (1820).

Media


Non sono presenti media correlati