Questo sito contribuisce alla audience di

Chang Chih-tung

statista cinese (Nanp'i, Chihli, 1837-Pechino 1909). Esponente della burocrazia feudale, fu governatore di varie province e si adoperò per modernizzare le zone amministrate promuovendo la costruzione delle prime imprese industriali e dei primi tronchi ferroviari (Hankow-Pechino). Partecipò al tentativo di modernizzazione riformatrice dei “Cento Giorni” e scrisse Ch'üan hsüeh pien (1898; Esortazione allo studio), in cui espose la teoria utopistica, che voleva conciliare confucianesimo e tecnologia moderna, sintetizzata nel motto: “Conoscenza cinese per i principi fondamentali, conoscenza occidentale per le applicazioni pratiche”.