Questo sito contribuisce alla audience di

Chippendale, Thomas

mobiliere inglese (Otley, Yorkshire, 1718-Londra 1779). Aprì nel 1753 un negozio di mobili in St. Martin's Lane con il socio James Rennie e in seguito, dopo la morte di costui, con Thomas Haig che si occupava del settore commerciale. Ebanista e soprattutto costruttore di mobili, deve la sua notorietà alla larga diffusione del suo libro The Gentleman and Cabinet Maker's Director (1754), la cui pubblicazione valse a diffondere il cosiddetto “stile chippendale” in Inghilterra, Europa e in America; le ricche illustrazioni del testo, da lui firmate, sono però spesso opera dei suoi aiuti Lock e Copland. Dei molti preziosi mobili inglesi del sec. XVIII che da lui prendono il nome, e che interpretano liberamente e con grande fantasia motivi tratti dal rococò o di gusto gotico o cinese, solo pochissimi furono eseguiti dallo stesso Chippendale (camera cinese al Victoria and Albert Museum di Londra). Dal 1760, influenzato da Robert Adam, si volse al gusto neoclassico (mobili di Harewood House nello Yorkshire).