Questo sito contribuisce alla audience di

Ciàn, Vittòrio

filologo e critico italiano (San Donà di Piave 1862-Procaria, Torino, 1951). Allievo e successore di A. Graf alla cattedra di letteratura italiana nell'Università di Torino, fu seguace della scuola storica e oppositore dell'estetica e della critica crociana. Diede notevoli contributi nell'ambito della letteratura del Rinascimento e del Risorgimento: Un decennio della vita di messer Pietro Bembo (1885), le edizioni delle Rime di Cavassico e del Cortegiano di B. Castiglione, La satira italiana (I vol., 1924; II, 1945). Diresse (1918-37) il Giornale storico della letteratura italiana.

Media


Non sono presenti media correlati