Questo sito contribuisce alla audience di

Clay, Henry

uomo politico statunitense (Hanover County, Virginia, 1777-Washington 1852). Avvocato, fu eletto nel 1811 per la prima volta al Congresso, dove per circa un quarantennio fu una delle personalità di maggior rilievo. Sostenitore della causa dell'Unione, dell'indipendenza anche economica degli Stati Uniti dall'Europa e della loro espansione sul continente americano, fu favorevole alla guerra del 1812 contro la Gran Bretagna e alle tariffe protezionistiche. Alla sua straordinaria abilità di negoziatore fu dovuto il superamento di alcune tra le più gravi crisi tra l'Unione e gli Stati del Sud: nel 1820 col Missouri sulla questione della schiavitù; nel 1833 con la Carolina del Sud per le tariffe doganali; nel 1850 facendo nuovamente accogliere un compromesso sulla questione della schiavitù. Fallì per due volte l'ascesa alla presidenza (1832 e 1844).

Media


Non sono presenti media correlati