Questo sito contribuisce alla audience di

Clementis, Vladimir

uomo politico slovacco (Tisovec 1902-Praga 1952). Membro del Partito comunista cecoslovacco, deputato dal 1935 al 1938, per la sua opposizione al patto tedesco-sovietico del 1939 subì l'espulsione. Durante la guerra fu membro del Consiglio legislativo del governo cecoslovacco in esilio a Londra di cui non facevano parte i comunisti riparati a Mosca. Riammesso nel partito (1945), dal 1948 al 1951 fu ministro degli Esteri, ma caduto sotto l'accusa di tradimento fu impiccato. Nel 1963 è stato riabilitato.

Media


Non sono presenti media correlati