Questo sito contribuisce alla audience di

Cohen, Albert

romanziere svizzero di lingua francese (Corfù, Grecia, 1895-Ginevra 1981). Figlio di ebrei greci emigrati in Francia, ha composto la saga dei Sefarada nell'Europa degli anni Venti e Trenta con i romanzi Solal (1930) e Mangeclous (1938; Mangiachiodi). Dopo un lungo silenzio dovuto alla guerra e al suo ritiro in Inghilterra, pubblica una feroce denuncia della passione in Belle du Seigneur (1968; Bella del Signore) e Les valeureux (1969; I valorosi). Sfruttando la virtualità dei vari livelli della lingua, Cohen ha trattato in chiave epico-sarcastica l'antagonismo tra ebrei e cattolici, nella prospettiva di una fratellanza che non escluda né sincerità né lotta. Oltre alle poesie di Paroles juives (1921; Parole ebree) e alla commedia Ezéchiel (1933), hanno importante valore documentario Le livre de ma mère (1954; Il libro di mia madre), testimonianza sulla morte della madre durante l'occupazione tedesca, O vous, frères humains (1927), in cui rievoca la sua infanzia in un ambiente antisemita, e Carnets (1979), diario di riflessioni e confessioni.

Media


Non sono presenti media correlati