Questo sito contribuisce alla audience di

Collier, John Payne

studioso e critico letterario inglese (Londra 1789-Maidenhead, Surrey, 1883). Dopo aver svolto attività giornalistica e aver esercitato l'avvocatura, esordì in letteratura con l'edizione degli Old Plays (1825-27) di Robert Dodsley. Seguirono numerose altre opere erudite, in cui alla serietà della ricerca egli univa abili falsificazioni. La più clamorosa si ebbe nel 1852, quando in un'edizione di opere shakespeariane, preceduta da Notes and Emendations to the Text of Shakespeare's Plays, apportò sostanziali modifiche al testo. Ciò sollevò una polemica che si placò solo dopo la sua morte, quando il falso fu accertato. Fu anche curatore di edizioni di Heywood (1842-51) e di Spenser (1862).

Media


Non sono presenti media correlati