Questo sito contribuisce alla audience di

Conchon, Georges

romanziere francese (Saint-Avit, Puy-de-Dôme, 1925-Parigi 1990). Sensibile ai risvolti dell'attualità, ha introdotto nei suoi romanzi denunce contro il colonialismo (Les grandes lessives, 1953), la guerra (Les honneurs de la guerre, 1955), la crisi dell'indipendenza africana (L'Etat sauvage, Prix Goncourt 1964), mentre in Le sucre (1977) ha evidenziato i meccanismi malvagi della borsa e della finanza. Altri romanzi: Le bel avenir (1983), Colette Stern (1989). Ha scritto anche copioni cinematografici e televisivi (Châteauvallon, 1985) e da alcuni suoi romanzi sono stati tratte pellicole cinematografiche.

Media


Non sono presenti media correlati