Questo sito contribuisce alla audience di

Convenzióne nazionale

assemblea legislativa eletta in Francia dopo il 10 agosto 1792. La sua prima seduta avvenne il 20 settembre 1792, l'ultima il 26 ottobre 1795. Essa decretò l'abolizione della regalità (21 settembre 1792), votò la morte del re Luigi XVI (seduta dal 14 al 16 gennaio 1793), creò il Tribunale Rivoluzionario (10 marzo 1793) e il Comitato di Salute Pubblica (6 aprile 1793) e stabilì una nuova Costituzione, che fu votata il 24 giugno 1793. La Convenzione nazionale dovette fronteggiare le lotte fra le varie correnti e fino al 9 termidoro del 1794 fu praticamente esautorata dalla dittatura di Robespierre. Da ultimo votò la Costituzione dell'anno III (26 ottobre 1795). La sua opera sul piano legislativo portò all'abolizione delle rendite fondiarie e dei diritti feudali, alla spartizione dei beni nazionali, all'abolizione della schiavitù, alla libertà di culto, alla separazione della Chiesa dallo Stato, alla compilazione di un Codice Penale.