Questo sito contribuisce alla audience di

Cuscuta

genere di piante della famiglia Convolvulacee al quale appartengono ca. 150 specie parassite diffuse in tutte le regioni del globo a clima tropicale o temperato. Sono erbe prive di clorofilla, di foglie e, salvo per un breve periodo iniziale, anche di radici. Hanno fusticini lunghi, filiformi, che si avvolgono strettamente alle foglie e ai fusti delle specie a spese delle quali vivono sottraendo loro acqua e alimenti mediante speciali organi succhianti (austori), che introducono nei tessuti dell'ospite. I fiori sono piccoli, bianchi, rossi o violacei, riuniti in glomeruli, e producono un gran numero di semi . A completo sviluppo le piante del genere Cuscuta assumono l'aspetto di un groviglio rosso-aranciato inestricabile, che giustifica i nomi con cui la pianta viene comunemente chiamata: capellini, erba ragna, refe del diavolo, capelli d'angelo, ecc. Esse vivono per lo più su un numero limitato di specie o su una sola: così, Cuscuta epilinum (strozzalino) sceglie quasi esclusivamente il lino; Cuscuta epithymum si trova di preferenza su Labiate e Leguminose; Cuscuta europaea parassita ortiche, luppolo e canapa. Le piante del genere Cuscuta riescono particolarmente dannose a varie leguminose da foraggio (trifoglio, erba medica). La lotta diretta contro queste specie (irrorazioni con soluzioni di arsenio di sodio al 5%, abbruciamento delle piante, ecc.) ha scarsa efficacia: migliore risultato si ottiene con misure preventive di decuscutazione, che si effettua mediante accurata cernita dei semi, con vagli appositi (vedi decuscutatore).

Media


Non sono presenti media correlati