Questo sito contribuisce alla audience di

Diano d'Alba

comune in provincia di Cuneo (65 km), 496 m s.m., 17,75 km², 2980 ab. (dianesi), patrono: san Giovanni Battista (24 giugno).

Centro dell'Albese, posto su un colle tra le valli dei torrenti Talloria e Cherasca. Compreso nel comitato di Alba, appartenne ai marchesi di Susa e nel 1091 passò a Bonifacio del Vasto che lo lasciò ai marchesi di Cortemilia. Divenne poi possesso dei Busca, dei marchesi del Monferrato (1428) e nel 1631 dei Savoia.§ Su un colle prospiciente l'abitato si trovano i ruderi del castello medievale. Accanto alla chiesa della Madonna d'Oriente vi sono tracce di un edificio di epoca romana. La parrocchiale di San Giovanni Battista (sec. XVIII) ha la facciata a portico.§ L'agricoltura produce cereali, nocciole e uva (barolo e vini del Roero DOC). Praticato è l'allevamento. L'industria è presente nei settori meccanico, molitorio e del legno. Importante è il turismo enogastronomico e di villeggiatura estiva.

Media


Non sono presenti media correlati