Questo sito contribuisce alla audience di

Diaz, Cameron

attrice statunitense (Long Beach 1972). L'origine cubana della madre le ha trasmesso il sorriso che ha fatto la sua fortuna; dopo molte piccole apparizioni in serie televisive, infatti, la Diaz viene scelta per affiancare il comico J. Carrey in The Mask (1994), un film che si rivela campione di incassi, ma dovranno passare ancora tre anni prima che l'attrice si imponga definitivamente al pubblico, interpretando la rivale di Julia Roberts ne Il matrimonio del mio miglior amico (1997). Seguono molti altri successi, tra cui il ruolo di protagonista in Una vita esagerata (1998), primo film americano dell'inglese Danny Boyle. Con Tutti pazzi per Mary (1998) la Diaz diventa un star di Hollywood a tutti gli effetti; questa fortunata, anche se banale, commedia degli equivoci si trasforma infatti in un enorme successo commerciale, trionfando ai botteghini di tutto il mondo. Seguiranno la "black comedy" Cose molto cattive (1998), il surreale Essere John Malkovich (1999) e Ogni maledetta domenica (1999), dove la Diaz interpreta l'insolito ruolo di una cinica presidentessa di una squadra di football americano. Nel 2003 esce Charlie's Angels - Più che mai, nel 2005 In her shoes e nel 2008 Notte brava a Las Vegas. Nel 2009 è diretta da Nick Cassavetes in La custode di mia sorella. Altri film: Innocenti bugie (2010), The Green Hornet (2011), Bad Teacher - Una cattiva maestra (2011), Gambit - Una truffa a regola d'arte (2012), The Counselor - Il procuratore (2013), Sex Tape - Finiti in rete (2014), Annie - La felicità è contagiosa (2015).

Media


Non sono presenti media correlati