Questo sito contribuisce alla audience di

Dilibèrto, Olivièro

uomo politico italiano (Cagliari 1956). Docente di diritto romano presso l'Università La Sapienza di Roma e iscrittosi sin da giovane al Partito Comunista Italiano, dopo la trasformazione del PCI in PDS, aderì al Partito della Rifondazione Comunista. Deputato dal 1994, quando Rifondazione ritirò la propria fiducia al governo Prodi, nel 1998, Diliberto fondò, insieme ad Armando Cossutta, il Partito dei Comunisti Italiani (PdCI), ricoprendo poi l'incarico di ministro di Grazia e Giustizia nei due governi D'Alema (1998-2000). La linea politica di Diliberto ha portato il PdCI, pur senza rinnegare mai, e anzi rivendicando, il proprio legame con il PCI, a un ruolo importante nelle battaglie dei movimenti della sinistra antagonista e pacifista.