Questo sito contribuisce alla audience di

Dinami

comune in provincia di Vibo Valentia (35 km), 260 m s.m., 44,06 km², 3544 ab. (dinamesi), patrono: san Michele Arcangelo (29 settembre).

Centro posto sul versante nordoccidentale del monte Crocco, sul fianco sinistro della valle del fiume Marepotamo. Di origini bizantine, sorse come villaggio di Soreto, rientrando sotto la giurisdizione di Arena. Staccatosene nel sec. XVI, fu assegnato a varie famiglie di feudatari. Fu gravemente danneggiato dal terremoto del 1783.Nella parrocchiale di San Michele Arcangelo si conservano un crocifisso ligneo del sec. XV, di tipo bizantineggiante, e il gruppo ligneo della Madonna della Catena di Domenico de Lorenzo (1812).§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, olive, agrumi, uva e ortaggi) e sull'allevamento di bovini e ovini. Allo sfruttamento dei boschi è legata la lavorazione del legno. Sono attive imprese nei settori meccanico e dei materiali da costruzione.§ Alla confluenza tra i fiumi Melanda e Marepotamo si trovano i ruderi del convento agostiniano di San Francesco di Soreto (sec. XV).

Media


Non sono presenti media correlati