Questo sito contribuisce alla audience di

Fóndo

comune in provincia di Trento (51 km), 987 m s.m., 30,75 km², 1443 ab. (fondesi), patrono: san Martino (11 novembre).

Centro dell'alta val di Non, su un ampio altopiano tagliato dal burrone del rio Sasso. Compreso nel territorio dell'antica Anaunia, fu amministrato dai principi-vescovi di Trento, dai quali ottenne una “carta di regola” propria (sec. XIV). Durante il Regno Italico fu sede di una giudicatura di pace (sec. XIX). § Domina il paese la parrocchiale di San Martino, costruita nel sec. XIX in forme neoclassiche su un edificio di fondazione gotica, di cui sopravvive il campanile. Il borgo ha caratteristiche case con le facciate abbellite da affreschi. § Compongono il quadro economico l'agricoltura, che produce mele, pere, patate e foraggi, l'industria, che opera nei settori meccanico e del legno (produzione di imballaggi) e il turismo: la località richiama infatti un gran numero di visitatori. § Vi nacque il pittore Fortunato Depero (1892-1960).