Questo sito contribuisce alla audience di

Depèro, Fortunato

pittore italiano (Fondo, Trento, 1892-Rovereto 1960). Dopo i primi studi in una scuola tedesca, si trasferì nel 1914 a Roma, dove, grazie all'aiuto di G. Balla, partecipò l'anno dopo alla Mostra libera futurista; nel 1917 fu tra i firmatari del manifesto Ricostruzione futurista dell'universo e nel 1929 del Manifesto dell'aeropittura. Il serrato dinamismo delle immagini del primo futurismo si dissolve in Depero in gioco decorativo (Flora e fauna magica, 1920, Milano, collezione Mattioli; Mercato a New York; Prismi lunari). Questa viva sensibilità decorativa trova nuovi risultati nella sua attività di scenografo, disegnatore di arazzi, decoratore di ambienti, grafico pubblicitario.

Media

Fortunato Depero