Questo sito contribuisce alla audience di

Facciòli, Arìstide

ingegnere aeronautico e pioniere del volo italiano (Bologna 1862-Torino 1919). Realizzò nel 1908 un piccolo triplano, dotato di motore SPA-Faccioli, il primo aereo di costruzione italiana, che, pilotato dal figlio Mario (Torino 1885-1915), compì un breve volo nel gennaio del 1909 e andò distrutto in fase d'atterraggio; maggior fortuna ebbe il successivo aereo, un biplano (1910).

Media


Non sono presenti media correlati