Questo sito contribuisce alla audience di

Fièra delle vanità, La-

(Vanity Fair), romanzo di W. M. Thackeray, pubblicato a puntate tra il 1847 e il 1848 e in volume nel 1848 con il sottotitolo polemico A Novel without a Hero (Un romanzo senza eroe). Nessuno infatti ha le qualità dell'eroe nel romanzo, imperniato sulla figura dell'arrivista Becky Sharp, la più riuscita del libro, intorno alla quale si muove una folla di altri personaggi delineati con grande vivezza di tocco. Complicate vicende s'intrecciano sullo sfondo delle guerre napoleoniche in una società soggetta alla mercificazione di ogni valore spirituale. Il romanzo, il più noto di Thackeray, nonostante alcune debolezze, dovute in gran parte al rispetto per le esigenze del pubblico vittoriano, possiede un eccezionale vigore di rappresentazione.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti