Questo sito contribuisce alla audience di

Frénaud, André

poeta e saggista francese (Montceau-les-Mines 1907-Parigi 1993). Iniziò a dedicarsi alla poesia dal 1941, durante la prigionia in Germania, apportandovi preoccupazioni filosofiche che lo avvicinano all'esistenzialismo, ma l'originalità della sua arte va soprattutto ricercata nella forma, frammista di versi e prosa. Principali raccolte: Les rois mages (1943; I re magi), Les paysans (1951; I contadini), Il n'y a pas de paradis (1963; Non c'è paradiso), La Sainte Face (1968; Il Santo Volto), La sorcière de Rome (1973; La strega di Roma), Notre inhabileté fatale (1979; La nostra fatale incapacità), Miró comme un enchanteur (1983; Miró mago) e Nul ne s'égare (1986; Nessuno si perde).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti