Questo sito contribuisce alla audience di

Galasso, Giusèppe

storico e uomo politico italiano (Napoli 1929). Titolare della cattedra di storia moderna all'Università di Napoli, ha svolto un'intensa attività politica nel PRI Dopo un'esperienza come amministratore locale negli anni Settanta, ha presieduto la Biennale di Venezia (1979-82). Deputato nel 1983, rieletto nel 1987, è stato sottosegretario ai Beni Culturali (1983-87) e agli Interventi straordinari per il Mezzogiorno (1988-91). Nel 1993 ha abbandonato la politica attiva perché sospettato di aver percepito finanziamenti illeciti per il PRI. Tra i molti lavori della sua attività di studioso ricordiamo: Mezzogiorno medievale e moderno (1965), Le rivolte contadine nell'Europa del secolo XVII (1970), Da Mazzini a Salvemini (1975), La democrazia da Cattaneo a Rosselli (1982), Italia democratica: dai giacobini al Partito d'Azione (1986), Napoli (1987), Croce e lo spirito del suo tempo (1990), Il regno di Napoli-Mezzogiorno angioino e aragonese (1266-1494) (1992), Alla periferia dell'impero: il Regno di Napoli nel periodo spagnolo, secoli XVI-XVII (1994), una Storia d'Europa (1996) articolata in tre volumi – Antichità e Medioevo, Età moderna, Età contemporanea – e Seguendo il P.C.I. (1998), L'Italia s'è desta (2002).