Questo sito contribuisce alla audience di

Galatèri, Giusèppe Gabrièle Marìa di Genòla, cónte

generale (Savigliano 1761-Suniglia, Savigliano, 1844). Ufficiale dell'esercito piemontese, dopo aver combattuto contro i Francesi passò al servizio della Russia (1800), dove raggiunse il grado di maggiore generale. Tornato in patria, fu governatore militare di Cuneo (1822) e poi di Alessandria (1824). Durante i processi del 1833 contro gli affiliati della Giovine Italia si creò la fama (probabilmente senza fondamento) di inquisitore inflessibile e disumano.

Collegamenti